Domenica 19 Novembre 2017  

GIORNALE DI SERVIZIO ED INFORMAZIONE INTERNAZIONALE

IN EVIDENZA

  • Nessuna notizia in evidenza

BENE ALLA RIPARTIZIONE DEI PROFUGHI TRA I PAESI DELL'UNIONE EUROPEA di Foad Aodi

E' necessaria una politica estera europea  più unitaria e più determinante contro l'immigrazione irregolare ,contro il terrorismo ,a favore delle politiche d'accoglienza e della Pace in Medio Oriente.


La quiete dopo la tempesta. Dopo le polemiche per l’accoglienza dei profughi che erano nate nelle ultime due settimane tra Francia, Austria ed Italia, finalmente  si è trovato un compromesso a Bruxelles. Il Consiglio Europeo ha approvato infatti un’equa ripartizione tra i Paesi Membri - fatta esclusione di Ungheria e Bulgaria -  dei richiedenti asilo provenienti da Italia, Grecia e dagli altri  Paesi. La modalità di accoglienza e ripartizione è basata sul sistema di quote non obbligatorie. “Facciamo i complimenti al Governo Renzi, per avere lavorato per la vera cooperazione tra i Paesi Europei fronteggiando le ostilità nate da chi cercava di arginare il problema dell’immigrazione, senza trovare delle soluzioni comuni”. Foad Aodi, il Presidente dell'Amsi-Associazione medici di origine straniera in Itala e della Co-mai-le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) commenta il successo dell’accordo. “Ci associamo alle parole del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che ritiene che questa decisione sia solo il primo passo per potere dire che esiste una politica Europea. Ci associamo alle sue parole anche per constatare che c’è ancora molto lavoro da intraprendere che coinvolge non solo i Paesi Europei ma anche i Paesi Arabi. Non ci stanchiamo di dichiarare che servono nuove politiche per l’integrazione, servono servizi per colmare il vuoto che genera migrazione di massa e che allo stesso tempo favorisce l’insorgere del terrorismo. Grazie al Governo italiano per tutto il lavoro che ha sostenuto per l’immigrazione. Continuiamo ad andare avanti per obiettivi comuni”. Conclude Foad Aodi che a nome di Amsi,Co-mai ed Uniti per Unire condanna con fermezza l'attentato di oggi in Francia invitando tutti a non abbassare la guardia ed intensificare la collaborazione di tutti coinvolgendo di più le comunità ed associazioni degli immigrati che possono dare un contributo importante in questo momento di crisi internazionale mai vista negli ultimi anni.

altre notizie
advertisement
PER LA TUA PUBBLICITÀ SU LASVOLTA.info
advertisement
PER LA TUA PUBBLICITÀ SU LASVOLTA.info
Il prossimo evento

Caparezza incontra i fan a Romaest

Caparezza incontra i fan a Romaest e firma le copie del suo nuovo album 'Prisoner 709' Martedì 26 settembre, alle ore 17:00, presso l'area eventi, secondo piano ingresso nord, del Centro Commerciale Romaest, Via Collatina, 858, Caparezza incon [...]