Domenica 19 Novembre 2017  

GIORNALE DI SERVIZIO ED INFORMAZIONE INTERNAZIONALE

IN EVIDENZA

  • Nessuna notizia in evidenza

NATALE, UNINETTUNO E UNITI PER UNIRE: MUSULMANI, EBREI, CRISTIANI E LAICI SI SCAMBIANO UN AUGURIO DI PACE UNIVERSALE ATTORNO AL PRESEPE

Svoltosi il 22 dicembre a Roma l’evento “Uniti per Natale, Canti, Musiche e Poesie Euro-Mediterranee” alla presenza degli Ambasciatori del Marocco e della Palestina, del Capo di Stato Maggiore della Marina Italiana e dell’On. Silvia Costa.


Roma, 23 dicembre 2015 - Grande partecipazione al concerto “Uniti per Natale: Canti, Musiche e Poesie Euro-Mediterranee”, svoltosi ieri, 22 dicembre, presso il centro Multimediale di UNINETTUNO a Roma, organizzato dall’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, in partnership con le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai), l’Associazione dei Medici di Origine Straniera (AMSI) e il Movimento Uniti per Unire, in collaborazione con numerose Autorità e Associazioni.

Per l’occasione del Natale e al decimo anniversario dall’istituzione dell’Università UNINETTUNO, Rappresentanze delle Istituzioni, delle Autorità e delle Ambasciate straniere in Italia, si sono scambiate attorno al presepe un augurio di pace universale, dedicato al rispetto reciproco tra i popoli, le culture e le religioni assieme a studenti e professori di UNINETTUNO. La serata è stata allietata dalle performance di Uninettuno World Orchestra & Beyond Borders Ensemble ed Oscar Trio, che hanno intrattenuto gli invitati con le più note canzoni di Natale riproposte in chiave araba ed europea, alternate a letture di poesie a cura dei poeti Luigia Paglia, Latif Al Saadi,  Gerardo Vacana, Roberto Piperno, Dalila Hiaouil e Dona Amati, lette in lingua araba ed italiana. 

     “Rivolgo il mio più sincero augurio di un sereno Natale a tutti i miei studenti provenienti da 140 Paesi del mondo – ha dichiarato Maria Amata Garito, Rettore dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO. “E’ importante, soprattutto in questo difficile momento che stiamo attraversando, lanciare un messaggio di Pace. Il Natale è simbolo di unione, fratellanza e perdono, colonne portanti per la costruzione della pace”. Da parte sua, Foad Aodi, Presidente di Co-mai, Amsi, Uniti per Unire e Focal Point per l’Integrazione presso l’Agenzia dell’Onu UNAOC ha sostenuto: ”Parte da una delle piazze più importanti di Roma il nostro appello “#UnitiperNatale”, che si oppone con la via del dialogo a qualsiasi forma di pregiudizio e discriminazione culturale o religiosa. Quest'anno la nascita del Profeta Maometto ricorre il 24 dicembre, la vigilia del Natale. E' una coincidenza molto significativa ed uno stimolo ulteriore al dialogo inter-religioso".

     In apertura del concerto, l’appello alla pace contro la guerra delle religioni dell’Ambasciatrice di Palestina in Italia Mai Alkaila: “Porto un messaggio di pace da Gerusalemme, c’è bisogno di pace per superare i conflitti che lacerano il Medio Oriente”.

Seduto in sala tra le numerose Autorità che hanno aderito all’iniziativa, l’Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina Italiana ha dichiarato: “Il mio augurio è che il Mediterraneo possa tornare ad essere un mare di transito e di vita, che non lasci nessuno indietro. Con l’operazione “Mare Nostrum” prima, ed oggi, con “Mare Sicuro”, abbiamo salvato più di 200.000 vite umane”. A seguire, l’intervento dell’On. Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura ed Istruzione del Parlamento Europeo:

“Il Parlamento Europeo svilupperà da gennaio un programma dedicato al dialogo inter-religioso ed interculturale. Dobbiamo recuperare il senso della laicità, che significa imparare a conoscere e mettere a confronto la dimensione culturale e religiosa. Non può esistere politica estera se si tralascia questo aspetto fondamentale”. L’evento si conclude con le parole dell’Ambasciatore del Marocco in Italia Hassan Abouyoub: ”In questo momento di crisi internazionale dobbiamo ritrovare la fiducia nella capacità di recuperare la pace nel Mediterraneo.  Spero che tutti gli sforzi compiuti dalla cooperazione internazionale in Iraq ed in Siria – prosegue – non siano vani.  La strada è ardua, ma dobbiamo portare avanti con forza attraverso la cultura, l’arte e la conoscenza un  messaggio di pace”.

     L’emozionante concerto sarà trasmesso il 31 dicembre dalla Uninettuno University TV - canale 812 di Sky e sul canale 701 della piattaforma TIVUSAT.

altre notizie
advertisement
PER LA TUA PUBBLICITÀ SU LASVOLTA.info
advertisement
PER LA TUA PUBBLICITÀ SU LASVOLTA.info
Il prossimo evento

Caparezza incontra i fan a Romaest

Caparezza incontra i fan a Romaest e firma le copie del suo nuovo album 'Prisoner 709' Martedì 26 settembre, alle ore 17:00, presso l'area eventi, secondo piano ingresso nord, del Centro Commerciale Romaest, Via Collatina, 858, Caparezza incon [...]