Domenica 19 Novembre 2017  

GIORNALE DI SERVIZIO ED INFORMAZIONE INTERNAZIONALE

IN EVIDENZA

  • Nessuna notizia in evidenza

LA CRISI ECONOMICA ANNULLA L'ACCERTAMENTO INDUTTIVO

Non si può non considerare i fattori di crisi del settore e le difficoltà aziendali, quindi è nullo l’accertamento induttivo che non tiene conto di queste difficoltà. È quanto si evince dalla sentenza n. 9973/15 della Sezione Tributaria della Suprema Corte. 

La vicenda vede protagonista il fisco che emetteva l'accertamento induttivo per i ricavi di una Srl, recuperando le maggiori imposte, oltre interessi e sanzioni, fondando l’omessa presentazione della dichiarazione per l’anno d’imposta 2000. 

La società aveva sostenuto di aver presentato la dichiarazione cartacea e quindi l’illegittimità dell’accertamento, perché non considerava adeguatamente la crisi di settore e le difficoltà economiche del maggior committente. 

La Suprema Corte ha rilevato che nell'accertamento induttivo, lo sbilancio tra costi e ricavi, senza dare risalto allo stato economico dell'impresa e alla presenza di caratteristiche (stranezza, singolarità e contrasto con elementari regole economiche e di esperienza), non lo rende immediatamente percepibile come inattendibile secondo il senso comune. In virtù di ciò “la sofferenza derivante dalle notorie difficoltà del maggior committente del settore e l'infausta evoluzione del ciclo economico che ha portato in pochi anni la società contribuente al tracollo e al fallimento”. 

 

Articolo di Bea Maurizio

altre notizie
advertisement
PER LA TUA PUBBLICITÀ SU LASVOLTA.info
advertisement
PER LA TUA PUBBLICITÀ SU LASVOLTA.info
Il prossimo evento

Caparezza incontra i fan a Romaest

Caparezza incontra i fan a Romaest e firma le copie del suo nuovo album 'Prisoner 709' Martedì 26 settembre, alle ore 17:00, presso l'area eventi, secondo piano ingresso nord, del Centro Commerciale Romaest, Via Collatina, 858, Caparezza incon [...]